pHLife®

36,00 34,20

pHLife® è un integratore di Cromo,

Potassio, Selenio & Vitamina C.

Pacchetto Q.tà Sconto
Sconto quantità 1 - 2 5 %
Sconto quantità 3 - 6 15 %
Sconto quantità 7 - 15 20 %
Categoria:
Descrizione

Descrizione

pHLife® è un innovativo ed esclusivo integratore di minerali e vitamina C. Questo preparato è in grado di aumentare il pH dell’acqua potabile e di generare ioni negativi e idrogeno molecolare. pHLife®, con i suoi minerali (potassio, sodio, cloro, cromo, selenio) ed i suoi oligoelementi, favorisce il fisiologico equilibrio acido-basico. Il minerale preponderante di questo flacone è il potassio che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso, alle normali funzioni muscolari e al mantenimento della pressione sanguigna agevolato anche dalla presenza del sodio presente nella miscela in rapporto fisiologico rispetto al potassio. La presenza del cloro contribuisce alla produzione dell’acido cloridrico che è prodotto contestualmente al bicarbonato di sodio da parte delle cellule parietali dello stomaco. La presenza del cromo contribuisce al mantenimento di livelli normali di glucosio nel sangue. Inoltre, questo integratore contribuisce, tramite l’apporto di selenio, alla normale funzione del sistema immunitario, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo e alla normale funzione tiroidea. Ai benefici dei suddetti minerali si aggiungono quelli della vitamina C che contribuisce al mantenimento della normale funzione del sistema immunitario, al normale metabolismo energetico, al normale funzionamento del sistema nervoso, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, ed accresce l’assorbimento del ferro. Il calcio, anche se presente in minime quantità, è necessario per il mantenimento di ossa e denti normali. Il magnesio, anch’esso presente in piccole dosi, contribuisce alla riduzione della stanchezza e alla normale sintesi proteica. Infine, l’assunzione di almeno 2 litri d’acqua al giorno contribuisce al mantenimento delle normali funzioni fisiche e cognitive, e alla regolazione della temperatura corporea.

EQUILIBRIO ACIDO-BASICO E REDOX
Il principale impegno del corpo umano è mantenere costante l’equilibrio acido-basico e redox. Noi ricaviamo l’energia necessaria per le nostre funzioni corporee dall’aria, dall’acqua e dal cibo. Dopo la cessione di energia da parte del cibo restano i rifiuti acidi (cataboliti). Il corpo cerca di fare del proprio meglio per disfarsi di questi acidi tramite l’urina, la sudorazione ed espirando biossido di carbonio. A ciò contribuisce l’acqua, soprattutto quella alcalina, ionizzata e idrogenata. Alcuni acidi tossici non possono essere rimossi facilmente tramite i modi appena citati. Pertanto, il corpo sottrae calcio al sistema scheletrico per neutralizzare tali eccessi di tossine acide e creare un ambiente più sicuro provocando, però, una riduzione della densità ossea. Il corpo umano è una sorprendente macchina progettata per la massima sopravvivenza. Quando una parte del corpo è danneggiata, altre parti cercano di compensarne le funzioni. Anche se ciò potrebbe determinare dei danni a lungo termine, la sua priorità è la sopravvivenza nell’immediato. Il cibo produce continuamente rifiuti acidi che si aggiungono a quelli del metabolismo cellulare e il corpo fa del suo meglio per eliminarli. Tuttavia, se non dispone di una sufficiente scorta di acqua e minerali alcalini, il corpo non può disfarsi al 100% di tali rifiuti acidi. Al fine di mantenere costante a 7,365 il pH sanguigno, il corpo adotta un abile stratagemma: converte gli acidi liquidi in acidi solidi (colesterolo e acidi grassi) evitando l’abbassamento del pH sanguigno. Poiché le cellule sono essenzialmente delle unità elettromagnetiche, esse devono essere costantemente caricate elettricamente. A ciò provvedono principalmente l’energia solare e l’acqua, soprattutto quella alcalina, ionizzata e idrogenata. pHLife® assolve egregiamente alla ricarica elettromagnetica delle cellule in modo da mantenere alto il potenziale di membrana. Un buon potenziale di membrana è indispensabile per la difesa dell’organismo dai vari agenti patogeni.

L’ACQUA ALCALINA, IONIZZATA E IDROGENATA RINGIOVANISCE E NUTRE LE CELLULE
Il corpo umano alla nascita è composto da oltre l’80% di acqua viva (alcalina, ionizzata e idrogenata): ciò per eliminare gli acidi prodotti dal metabolismo cellulare e digestivo. E non è un caso che il liquido amniotico e il latte materno siano alcalini. Se il nostro cibo è troppo acido e se non beviamo abbastanza acqua alcalina, ionizzata e idrogenata, con l’età pian piano, il nostro corpo si disidrata e diventa acido. La salute o la vita delle nostre cellule non è compatibile con un ambiente acido; ecco perché siamo vittime di malattie croniche degenerative, invecchiamento precoce e morte prematura. Ora che sappiamo la causa dei nostri problemi di salute, possiamo difenderci bevendo sufficiente acqua viva (alcalina, ionizzata e idrogenata) e mangiando cibi alcalinizzanti.

L’ACQUA ALCALINA, IONIZZATA E IDROGENATA È IL MIGLIOR SOLVENTE ED ANTIOSSIDANTE
Tutti sappiamo che l’acqua è il solvente universale: nessuno penserebbe di lavare i panni sporchi con un qualsiasi altro liquido: latte, vino, benzina, ecc. Come serve acqua pulita per detergere oggetti e panni sporchi, a maggior ragione ne occorre per pulire l’interno del nostro corpo. L’acqua che beviamo serve per tre funzioni essenziali: produzione di energia elettromagnetica, trasporto alle cellule delle sostanze nutritive/curative ed eliminazione dei rifiuti metabolici e non. L’acqua potabile deve essere pura e viva in modo da svolgere al massimo le funzioni predette. L’acqua viva o bioattiva si trova naturalmente presso alcune sorgenti e nell’acqua che scorre dall’alta montagna. I giapponesi già da 50 anni utilizzano degli apparecchi (ionizzatori d’acqua) che rivitalizzano la comune acqua di rubinetto rendendola simile a quella di alcune famose sorgenti conosciute fin dall’antichità per le loro virtù benefiche. La suddetta acqua, pertanto, è il miglior ed economico antiossidante perché promuove una maggior eliminazione dei rifiuti acidi metabolici, compresi i radicali liberi.

COME AVERE ACQUA ALCALINA, IONIZZATA E IDROGENATA?
1) Prelevandola direttamente da alcune sorgenti sparse nel mondo.
2) Utilizzando un buon alcalinizzatore e idrogenatore d’acqua.
3) Utilizzando una semplice capsula di pHLife® com’è indicato nel dosaggio nella sezione modalità d’uso.

PERCHÉ UTILIZZARE pHLife®?
Come abbiamo appena detto, ci sono vari modi per procurarsi una buona acqua alcalina, ionizzata e idrogenata. Ebbene, il modo più pratico, immediato ed economico di avere acqua viva (alcalina, ionizzata e idrogenata) è quello di utilizzare la capsula di pHLife® (l’alcaidrogenatore più piccolo inventato dal Dott. Rocco Palmisano). L’efficacia di pHLife® è determinata dall’immediata biodisponibilità dei suoi minerali ed oligoelementi (che contribuiscono a mantenere l’equilibrio acido-basico e a rinforzare il sistema immunitario) e dalla presenza di ioni negativi e idrogeno molecolare (elementi che apportano energia ed eliminano i radicali liberi).

pHLife® PUÒ SOSTITUIRE GLI IONIZZATORI D’ACQUA?
pHLife® è un nuovissimo ed esclusivo preparato che permette di generare nell’acqua ioni negativi e idrogeno molecolare oltre ad alcalinizzarla. Queste caratteristiche sono state finora appannaggio degli ionizzatori d’acqua ad elettrolisi o di speciali filtri a rilascio ionico. Il punto di forza di pHLife® è la sua praticità, versatilità e convenienza economica.

MODALITÀ D’USO
pHLife® è stato progettato per essere usato con qualsiasi buona acqua potabile purché non gassata e non eccessivamente dura. Vanno bene tutte le acque oligominerali con residuo fisso non superiore a 150 mg/l (meglio se inferiore a 100 mg/l) ed a basso contenuto di solfati. In presenza di solfati elevati, il contenuto della capsula tende a non sciogliersi completamente. Si può usare anche l’acqua depurata con il sistema ad osmosi inversa. Si possono usare pure acque con residuo fisso maggiore di 150 mg/l ma, in questo caso, i valori di elettroni, idrogeno e pH saranno inferiori. Si consiglia di sciogliere il contenuto di 1 capsula in 1-1,5 litri di acqua. Si possono bere fino a 3-4 litri di acqua così preparata al giorno. Per sfruttare al massimo il contenuto di idrogeno ed elettroni, dopo aver sciolto il contenuto delle capsule in una bottiglia di 1-1,5 litri, si consiglia di travasare l’acqua preparata in bottiglie più piccole (250-500 ml) da bere interamente all’occorrenza. L’aria presente in una bottiglia mezza vuota fa disperdere l’idrogeno e gli elettroni. L’acqua preparata con pHLife® può essere conservata in bottiglie piene e chiuse anche per 48 ore. Mentre in ciotele aperte (per abbeverare gli animali) gli elettroni e l’idrogeno restano disponibili per 2-3 ore. Per chi fa fatica o è impossibilitato a bere i 2 litri d’acqua, è possibile anche assumere le capsule a stomaco pieno accompagnate almeno con un bicchiere d’acqua. È consigliabile, per i primi 7-10 giorni, utilizzare 1 capsula per 1,5-2 litri di acqua.

AVVERTENZE
Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Tenere il prodotto lontano dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Attendere qualche minuto per il completo scioglimento della polvere prima di bere. Non superare la dose consigliata (4 capsule al giorno). Conservare il flacone ben chiuso e consumare le capsule entro 3 mesi dall’apertura del flacone. L’eventuale colorazione delle capsule potrebbe diminuirne l’efficacia. Sospendere l’uso in caso d’ipersensibilità individuale.